Trasferimenti e Passaggi a.a. 2019-2020

Lo studente che è iscritto presso un’altra università e vuole venire a studiare presso il nostro Ateneo, oppure è iscritto presso questa università e vuole andare in un altro Ateneo, può fare domanda di trasferimento.

 

Se lo studente è iscritto a questo Ateneo, ma vuole cambiare corso di laurea, può fare un passaggio di corso.

 

Informazioni generali circa trasferimenti e passaggi sono disponibili nella sezione dedicata dal sito di Ateneo.

 

 

In allegato regole e norme dettagliate riguardanti trasferimenti e passaggi al corso di laurea triennale in Scienze e Tecnologie Alimentari.

 

 

Riconoscimento e obsolescenza crediti

Il Regolamento didattico del corso di Studio, all'articolo 7 disciplina il riconoscimento dei crediti:

 

6 - Il Consiglio di Corso di Studio può riconoscere attività formative in precedenza svolte presso altri corsi di Studio dell'Ateneo o in altre Università italiane o straniere.

 

7 - Possono inoltre essere riconosciute le competenze e abilità professionali certificate ai sensi della normativa vigente in materia, nonchè altre competenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario, nel limite massimo di CFU previsto dalle normative in vigore. I criteri per il riconoscimento di dette attività sono disponibili sul sito web del corso di studio.

 

8 - Le attività di cui ai punti 6 e 7 possono essere verificate e valutate tenendo conto del loro contributo al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso di laurea e valutando caso per caso la validità rispetto al livello del corso di Studio, la congurenza, nonchè l'eventuale obsolescenza delle competenze acquisite, rispetto al quadro normativo generale delle attività formative previste per il corso di Studio in Scienze e Tecnologie Alimentari nel rispetto del Regolamento Didattico di Ateneo.

 

9 - I riconoscimenti di CFU relativamente ai punti di cui sopra sono deliberati dal Consiglio di Corso di Studio in seguito ad opportuna valutazione della Commissione Didattica interna e delegata dal Consiglio di Corso di Studio.

 

10 - Data la profonda differenza tra la propria impostazione culturale tipicamente accademica e quella dei Corsi ITS TECH & FOOD, a fronte di insegnamenti talvolta anche molto simili nella denominazione, poichè nei corsi ITS manca progettualmente quella formazione di base che permette di avere una qualità della formazione assimilabile a quella accademica, non si ritiene possibile il riconoscimento totale o parziale di CFU relativi a singoli insegnamenti, ma solo il riconoscimento di CFU che attestino genericamente competenze e abilità maturate in ambito lavorativo e professionale, fra cui anche la conoscenza della lingua. Si precisa che questa norma è transitoria e potrebbe essere modificata nel caso in cui le politiche della CRUI e/o dell'Ateneo andassero in diversa direzione rispetto alle attuali indicazioni.

 

Il Regolamento Tirocini stabilisce inoltre all'articolo 1 che una delle modalità per l'espletamento dell'obbligo di tirocinio è:

d) altre attività formative avute in periodi e/o contesti diversi da quelli regolamentati dall'attività di tirocinio, quali conoscenze e abilità professionali certificate, nonchè altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l'università abbia concorso.

 

 

All'art. 3 "Modalità di svolgimento delle Attività Formative di cui all'articolo 1" punto 3d. "Altre attività formative":

Le conoscenze e/o abilità professionali possono derivare da esperienze di lavoro in aziende/enti del settore alimentari o altri indicati come sbocco professionale del Corso di Laurea. Per essere riconosciute devono avere avuto una durata di almento 640 ore (4 mesi) ed essere coerenti con il piano degli studi e devono essere certificate da documentazione atta allo scopo.

 

Le conoscenze e/o abilità professionali possono essere state maturate anche in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l'università abbia concorso.

 

Il riconoscimento di queste attività formative prevede che il richiedente invii alla Commissione Didattica di Corso di Studio tutte le informazioni utili a sostegno della sua domanda, con relativa documentazione, unitamente ad una relazione che indica l aricaduta che tale attività ha avuto sulla sua formazione di laureando in Scienze e Tecnologie Alimentari.

 

La Commissione valuterà la richiesta ed esprimerà una sua proposta al Consiglio di Corso di Studio che prenderà la decisione circa il riconoscimento, come nel caso delle altre richieste di riconoscimento di crediti universitari. La decisione sarà quindi comunicata allo studente.